.
Annunci online

TheGianlucaTV
14 marzo 2009

Gentile Sig. Corvino...

Ricevo questa mail (automatica?) da Marcello Corvino (probabilmente della Corvino Meda Editore), capitolo secondo della censura sul brevissimo video che ho registrato durante lo spettacolo Promemoria e che ho caricato su YouTube:

"Violazione legge sul Copyright video Travaglio
REGISTRAZIONE VIDEO ILLEGALE DI SPETTACOLO TEATRALE E PUBBLICAZIONE INTEGRALE SU YOUTUBE: L'opera è protetta da copyright. E' la registrazione dello spettacolo intitolata "Promemoria" di e con Marco Travaglio, Pubblicato nella collana Promo Music Books da Corvino Meda Editore e distribuito in tutti i negozi e librerie d'Italia dal 23 gennaio 2009. Attualmente in tutte le classifiche Top 10. La pubblicazione/messa in rete non autorizzata su you tube dell'opera in 51 spezzoni che compongono l'opera completa è una violazione di copyright e un danno notevole all'editore / autore e distrubutore dell'opera nonchè il produttore dello spettacolo che è attualmente in tourneè in tutti i teatri d'Italia".
Ecco la mia (inutile, lo so) risposta:

Gentile Sig. Corvino

Tempo fa ho regolarmente comprato il biglietto dello spettacolo di Marco Travaglio, Promemoria. Ho registrato il breve video in questione e l'ho caricato su YouTube con l'intenzione di poter diffondere i FATTI il più possibile tramite l'unico canale ancora libero (?): la rete. Insomma, nel mio piccolo, cercavo di fare informazione e seguire l'esempio positivo di un giornalista libero ed indipendente che apprezzo tantissimo. Volevo che queste notizie potessero arrivare anche a chi magari non era presente quella sera, perché impossibilitato materialmente o economicamente, e certe cose dalla televisione o dai giornali non le verrebbe mai a sapere.
Poi ho anche comprato il libro/dvd dello spettacolo in questione, proprio perché ritengo che chi fa un servizio ai cittadini (gente come Travaglio, appunto, o Grillo) vada sostenuto, anche acquistando il materiale con cui si guadagna onestamente da vivere (libri, dvd, ecc.).
Del copyright potremmo parlare, non voglio certo infrangere la legge. Ma il "danno notevole all'editore / autore e distributore dell'opera nonchè il produttore dello spettacolo che è attualmente in tourneè in tutti i teatri d'Italia", dal mio punto di vista non esiste. Anzi, credo si tratti piuttosto di un promo per l'acquisto dell'opera che Lei distribuisce.

Mi chiedo, a questo punto: ma voi non dovreste essere i promotori della diffusione libera dei fatti, baluardo contro la disinformazione che ci viene propinata giornalmente dai mezzi ufficiali? E se è vero che Marco Travaglio, per esempio, va in onda gratuitamente ogni lunedi con Passaparola sul blog di Grillo e poi i DVD del programma vengono comunque regolarmente venduti (io per esempio li ho comprati), perché mai il suo editore di Promemoria dovrebbe dunque fare pressione per far cancellare un video che, in un certo senso, pubblicizza un'opera che, oltretutto, è "attualmente in tutte le classifiche Top 10"?
Dov'è il dolo?

Ad ogni modo, se censura deve essere, censura sia. E auguro a Marco Travaglio di continuare a fare il suo lavoro con l'onestà intellettuale di sempre e lo ringrazio ancora una volta per il servizio che fa ai cittadini.

Distinti saluti.
Gianluca Caporlingua


12 marzo 2009

Caro Marco Travaglio...

Caro Marco Travaglio.

Scusami se ti do del tu ma ti seguo da tempo e ti considero una persona di cui fidarsi, moralmente elevata, e per questo mi sento di potermi concedere questa libertà.
Volevo portarti a conoscenza di un fatto alquanto strano.
Tempo fa sono venuto al tuo spettacolo teatrale, Promemoria. Ho registrato tre video e li ho caricati su YouTube con l'intenzione di poter diffondere i FATTI il più possibile tramite l'unico canale ancora libero (?): la rete. Insomma, nel mio piccolo, cercavo di fare informazione. Volevo che queste notizie potessero arrivare anche a chi magari non era presente quella sera.
Poi ho anche comprato il libro/dvd dello spettacolo in questione, proprio perché ritengo che chi fa un servizio ai cittadini (gente come te o Grillo) vada sostenuto, anche acquistando il materiale con cui si guadagna onestamente da vivere (libri, dvd, ecc.).
Oggi ricevo questa segnalazione da YouTube:

"Caro utente,
Con questo messaggio ti informiamo del fatto che abbiamo rimosso o reso inaccessibile il seguente materiale, a seguito di una segnalazione da parte di Corvino Meda Editore Sas , che ritiene che questo materiale viola il copyright:

Promemoria: Marco Travaglio sull'ascesa di Berlusconi: http://www.youtube.com/watch?v=PHxhuBy6_aA

Tieni presente che la ripetuta violazione del copyright ha come conseguenza la cancellazione del tuo account e di tutti i video caricati tramite l'account stesso. Per evitare che accada, elimina tutti i video per i quali non possiedi i diritti ed evita di caricare altri video in violazione del copyright altrui. Per ulteriori informazioni sulle norme relative al copyright di YouTube, consulta la guida Suggerimenti sul copyright.

Se scegli di comunicarci che non stai violando alcun copyright, visita il nostro Centro Assistenza per accedere alle relative istruzioni.

Tieni presente che, in caso di falsa accusa di violazione del copyright o di accusa in cattiva fede mediante questa procedura, potresti essere passibile di denuncia nel tuo Paese.
Cordiali saluti,
YouTube, Inc."

Ma voi non dovreste essere i promotori della diffusione libera dei fatti, baluardo contro la disinformazione che ci viene propinata giornalmente dai mezzi ufficiali?
Perché il tuo editore avrebbe dunque fatto pressione per far cancellare questo video e sicuramente altri dello stesso tipo?

Ti ringrazio anticipatamente per l'attenzione che spero potrai darmi. In caso contrario, grazie lo stesso per quanto fai per noi cittadini.
Gianluca


24 novembre 2008

Promemoria: 15 anni di disastri politici italiani

Milano, 23 novembre 2008. Teatro Ciak.
Si tratta di una delle pochissime voci fuori dal coro, un'anomalia libera dell'informazione. Uno che parla chiaro, che racconta i fatti senza remore politiche. Lo fa ovunque glielo permettano. In tv da Santoro, su internet (fino a quando la rete sarà ancora un baluardo contro il bavaglio dell’informazione italiana), in alcuni (pochissimi) giornali e a teatro.

E a me Travaglio piace molto. Mi piace il suo essere critico a 360°. Perché al giorno d’oggi, riguardo alla politica italiana, puoi solo avere due atteggiamenti: o ti schieri dalla parte di qualcuno come fa il 99% dei giornalisti italiani e diventi, come minimo, simpatizzante di questo o quel partito, se non addirittura servo; oppure racconti con coraggio e caparbietà i fatti per come sono respingendo ogni condizionamento e non guardando in faccia nessuno. E Travaglio, ha scelto questa seconda via. Una via morale. E criticare la situazione attuale a 360° non significa voler essere disfattisti a tutti i costi. Infatti, sfido chiunque a dire che la situazione politica del nostro Paese, oggi, possa essere fotografata in modo diverso (certo, un servo parlerebbe del suo padrone in termini entusiastici, ma non è il caso di Travaglio).

Promemoria è un viaggio attraverso 15 anni di storia politica italiana, partendo da Tangentopoli e Mani Pulite per arrivare alle ultime elezioni rivinte dal cavaliere.
In mezzo ci sono degli excursus sull’ascesa di Berlusconi, i suoi legami a doppio filo con Dell’Utri e la mafia, l’iniquità e l’immoralità dell’opposizione di centro-sinistra.

Nel 1994 Berlusconi scese in campo e, per farsi eleggere, gridava ‘Viva Di Pietro, viva Mani Pulite, abbasso la Mafia’; nel 2008 si è fatto rieleggere demonizzando Di Pietro e la magistratura ed affermando che Mangano era un eroe”, un cerchio che si chiude. Gli italiano lo votarono allora perché, di fronte allo sfascio della vita pubblica del nostro Paese, volevano sentirsi dire ciò che l’unto dal Signore dichiarava. Gli stessi italiani, dimentichi della propria storia recente, lo hanno rivotato sentendosi dire tutto il contrario. D’altronde siamo i maestri del Revisionismo.
Da noi tutti, prima o poi, vengono riabilitati.

Un paio di chicche raccontate da Travaglio: la storia di quando a Montanelli, invitato a visitare il mausoleo di Arcore, fu offerto il sesto loculo vicino a quelli destinati a Berlusconi, Previti, Dell’Utri, Confalonieri ed Emilio Fede (potete immaginare l’ilarità della vicenda e la risposta di Montanelli). Oppure la retata della Guardia di Finanza nella casa del tangentaro Poggiolini. Per non parlare dello stupidario berlusconiano, fatto di gaffe a raffica e contraddizioni continue.

Purtroppo, la sensazione che ho avuto, alla fine dello spettacolo, è quella di quando, come nei film comici, si passa dalla risata sguaiata al pianto in un attimo. Abbiamo riso di storie che sembrano surreali, e proprio per questo producono ilarità, ma quando smetti di ridere, ti rendi conto del fatto che non si tratta di barzellette.
È tutto vero. E l’amarezza prende il sopravvento.

Promemoria - Marco Travaglio sull'ascesa di Berlusconi


Promemoria: Marco Travaglio su Dell'Utri, Berlusconi e la mafia


Promemoria: Marco Travaglio sul 1996-2001 del centro-sinistra

febbraio        aprile
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

chi sono
TheGianlucaTV
I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
archivio



Blog letto 1 volte
bacheca

Journalist Blogs - BlogCatalog Blog Directory Join My Community at MyBloglog! BlogItalia.it - La directory italiana dei blog TopOfBlogs